Museo Archeologico Nazionale di Adria - SMP ::..

Museo Archeologico Nazionale di Adria
Sei in: SMP >Musei >Museo Archeologico Nazionale di Adria >    

Seleziona lingua:

Vai direttamente a:


Menu principale museo





Menu Sistema Museale

    Sistema Museale

    Musei

    Attività didattica

    Eventi

    News

    Informazioni

    Cerca







Contenuti:

PRESENTAZIONE

Storia

Immagine 1: Corredo funerario che risale ai decenni intorno al 500 a.C. Ne fanno parte alcune ceramiche prodotte ad Atene: una piccola anfora a figure nere dal corpo ovoidale, con la figura di una donna a cavallo di un toro che corre sulle onde del mare, probabilmente la ninfa Europa rapita da Zeus; una coppa a figure rosse, decorata all'interno da un medaglione raffigurante un arciere scita accanto al suo cavallo; un vasetto portaprofumi a figure nere, spezzato in due parti. Il Museo di Adria ha una lunga storia.
Nasce nel 1904 come Museo Civico dopo l’acquisto, da parte del Comune di Adria, della storica collezione di antichità locali raccolta in più di 150 anni dalla nobile famiglia dei Bocchi.
Dalla originaria sede nelle scuole elementari, il Museo si trasferì negli anni venti a Palazzo Cordella, dove rimase fino alla fine degli anni sessanta. Nel 1961 venne inaugurata una nuova sede, appositamente progettata per accogliere non solo la collezione Bocchi, ma anche i numerosi reperti da scavi e rinvenimenti effettuati nel frattempo ad Adria.
Divenuto statale nel 1972, fu ristrutturato nel 1986. Allora fu rifatto tutto l’apparato didattico e fu creata una nuova sala per illustrare i rinvenimenti archeologici del Polesine. Il museo è stato oggetto di recenti interventi di ampliamento e ristrutturazione per adattarlo alle moderne esigenze di comunicazione ed alle accresciute richieste di spazi espositivi.

Il Museo di Adria è un Museo Archeologico.
Esso conserva quindi le testimonianze archeologiche di Adria, unico centro urbano antico della provincia di Rovigo e del Basso Polesine.
Quale sede dipendente della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto svolge attività di tutela archeologica del territorio.

Struttura interna

Immagine 2: Nuova ala Sud del Museo di Adria vista dal giardino che lo circonda. La facciata, alta quanto i due piani fuori terra e parte di quello seminterrato, è interamente rivestita di mattoni faccia a vista. E’ composta da due ampie superfici curvilinee concentriche, tagliate e sfalsate al centro per collocarvi una grande finestra al piano primo e la porta al piano rialzato. Situato al centro di un grande giardino, l’edificio consta di tre piani: seminterrato, rialzato e primo.
- Il seminterrato è utilizzato come deposito;
- il piano rialzato come uffici, accoglienza, esposizione, e laboratorio di restauro;
- il primo come esposizione.

Dopo i lavori di ampliamento e ristrutturazione gli spazi espositivi superano i 1100 mq.

L’organico del Museo comprende 13 addetti ai servizi di vigilanza.
Prestano servizio in trasferta dalla sede centrale di Padova, il direttore (archeologo), il tecnico (architetto), ed un restauratore.

Attività: conservazione, restauro, catalogazione, studio, esposizione, attività didattica di scavo.
Collaborazioni con Università italiane ed europee per studi, Tesi di Laurea, pubblicazioni e convegni scientifici.

Collaborazioni con Enti Locali e Musei Civici: esposizioni, allestimenti, tutela archeologica, studi, valorizzazione.

Collaborazioni con Gruppi di volontariato archeologico: esplorazione del territorio, conferenze, pubblicazioni.

Valid XHTML 1.0 Strict

URL: http://www.smppolesine.it /adria /pagine /home.php | Last update: 29 June 2012 02:53:32